Email Marketing & E-commerce: la guida per Natale

Dalle wishlist all'automazione, strategie per ottimizzare il tuo store online.

Scarica

Ottenere il massimo dalla corsa al regalo

L’e-commerce sta cambiando il modo in cui i consumatori vivono il Natale: niente più caccia al regalo, corse dell’ultimo minuto, ingorghi nei viali e giri a vuoto per negozi. A imprimere il cambiamento sono i brand, sempre più aperti all’online e propensi a rendere il proprio store a portata di clic.

Questo non significa che sia diminuita la mole di lavoro per le aziende. Dietro al 25 dicembre, quando finalmente regna la pace, si nascondono tre intensi mesi di lavoro preparatorio al più concitato appuntamento con lo shopping.

Sono tempi d’oro per l’e-commerce italiano, che continua a crescere con tassi a doppia cifra. Le previsioni per il 2016 in corso ritraggono un mercato in continua espansione: il valore complessivo degli acquisti online raggiungerà quota 19,3 miliardi di euro, segnando un incremento di oltre 2,7 miliardi di euro sul 2015, ben il 17% *. E i margini di sviluppo sono enormi: al momento sono appena 40 mila le imprese italiane che vendono online, contro le 800 mila a livello europeo, di cui 200 mila solo in Francia.

Se restringiamo il campo, ci accorgiamo di un altro fenomeno, con implicazioni decisive sul mondo dello shopping online: nel gergo viene chiamato m-commerce, a sottolineare il ruolo decisivo del mobile nel trainare le vendite su internet: 21 acquisti ogni 100 in Italia avvengono da un dispositivo mobile.

Tra questi, circa la metà avviene su un sito web e l’altra metà via app: tra quest’ultimi, tre sono prodotti su uno smartphone e uno su un tablet.

In questo scenario, c’è un canale che meglio di tutti si presta ad aiutare un e-commerce a crescere e svilupparsi: l’email, in grado di comunicare in modo diretto, personale, in un rapporto uno a uno con il destinatario, assecondando esigenze e interessi di ciascuno. Anche in questo caso, sono i numeri a dircelo: il fatturato complessivo generato dall’email è pari al 6%* del totale, contro il 2% di Facebook, per esempio.

Per rendere il canale email un driver fondamentale per espandere il tuo business nei mesi sotto Natale, servono strumenti, sensibilità e nozioni pratiche. Li trovi in questa guida, con cui ti aiutiamo a definire alcune attività chiave di email marketing per incrementare le tue vendite, da qui al 25 dicembre.

L'ascesa dell'e-commerce (Osservatorio eCommerce B2C di Netcomm Politecnico di Milano, 2016 su 2015). Settori trainanti:
  • +25% Abbigliamento
  • +22% Informatica ed Elettronica
  • +16% Editoria
  • +11% Turismo
Principali fonti conversioni e-commerce (E-commerce KPI Benchmarks 2016 di Wolfgang Digital):
  • +42% Google organico
  • +25% Google CPC
  • +17% Diretto
  • +6% Email

Attività preliminari

1. Integra E-commerce ed Email Marketing Per essere efficaci, le attività del tuo store devono poggiare sulle spalle di un’affidabile piattaforma di email marketing. Dal canto loro, le campagne email traggono grande beneficio dall'integrazione con la piattaforma di e-commerce: abitudini, storico d'acquisto e preferenze diventano informazioni preziose su cui basare campagne email ben segmentate e personalizzate.

2. Traccia il traffico sul sito Comprendi le modalità di accesso al tuo sito da parte degli utenti, poi adotta la loro prospettiva per offrire un customer journey confortevole e senza discontinuità. Quale traffico converte di più? Quali dispositivi e quali reti utilizzano gli utenti? Sfrutta i molti strumenti di analytics e monitoraggio in tempo reale per ottimizzare i canali di conversione.

3. Fai pulizia nel tuo database Elimina dalle tue liste i destinatari inattivi e invia una campagna di re-engagement agli iscritti che non aprono da tempo le tue email ma possono essere ancora recuperati. La pulizia del database rappresenta un’attività fondamentale per garantire alle campagne di Natale la migliore deliverability, vale a dire elevati tassi di recapito.

4. Arricchisci i contatti di nuovi dettagli Un semplice sondaggio o un’email di autoprofilazione ti consentono di richiedere e ottenere informazioni ancora più dettagliate sui tuoi destinatari: dati preziosissimi per segmentare sempre più nel dettaglio e lanciare campagne personalizzate, rilevanti ed efficaci.

Piano d’azione

Gioca d’anticipo: definisci il calendario editoriale e metti a punto dei workflow per creare, in semplici operazioni drag & drop, un flusso di invii automatici coerenti e puntuali, basati su interessi e attività del singolo destinatario.
  • Campagna teaser › Metà ottobre Annuncia l’immente lancio di prodotti dedicati al Natale. I clienti più solleciti ringrazieranno, perché eviterai loro corse al regalo e code in negozio.
  • Campagna di apertura › Ottobre-Novembre Inaugura la stagione natalizia presentando le nuove sezioni del tuo e-commerce (per lei, per lui, regali low cost, idee più chic, ecc). Una soluzione divertente, oltre che utile, da comunicare efficacemente attraverso invii segmentati
  • Reminder › 1 settimana dopo Impostando un automatismo puoi inviare un reminder a tutti coloro che non hanno aperto la campagna di apertura, per coinvolgerli e riaprire il campo ai successivi invii.
Vuoi leggere tutto? Scarica l'ebook completo

Compila il form per ricevere il contenuto direttamente nella tua inbox.