Sai come integrare la tua campagna di Email Marketing?

5 passi per ideare un piano marketing integrato.

Scarica

Un piano di web marketing, come un viaggio

Per spiegare perché un’azienda deve muoversi online seguendo un piano di web marketing preparato a tavolino faccio spesso una metafora, quella del viaggio. Avviare una serie di iniziative di web marketing è come partire per un viaggio.

Come in un viaggio, possiamo partire all’avventura, senza sapere dove vogliamo arrivare. Muoverci di tappa in tappa secondo l’ispirazione del momento e con i soldi che abbiamo a disposizione.

Aprire una Pagina aziendale su Facebook, far partire un’email promozionale, investire nel restyling del sito, il tutto senza un filo conduttore e facendoci guidare dai contenuti disponibili in azienda o dall’offerta commerciale allettante che abbiamo appena ricevuto.

Oppure possiamo partire sapendo dove vogliamo arrivare, con un obiettivo chiaro, senza necessariamente avere già deciso ogni piccolo dettaglio, ma con una strategia e un piano che tengano insieme in modo armonico tappe, mezzi e azioni. Ecco, il web marketing che funziona poggia su queste basi solide.

Mentre durante un viaggio possiamo provare il gusto di perderci o arrivare solo in due delle cinque città che avremmo voluto visitare, il successo di un’azienda non prevede questi “fuori programma”.

Che cosa significa quindi ragionare in modo integrato? Nella mia esperienza di questi anni con tante piccole e medie imprese è sempre emerso come il passaggio dal “navigare a vista” al “viaggiare organizzati” porti benefici enormi sia in risparmio di tempo e risorse che in maggiori risultati.

Cosa fare, dunque:
  • disegnare obiettivi comuni: tutti gli strumenti digitali – ma anche quelli offline – remano nella stessa direzione
  • integrare nel tempo: un calendario di lavoro deciso con buon anticipo permette di prendere tutte le coincidenze e farci trovare puntuali e pronti
  • integrare messaggi e creatività: parliamo la stessa lingua, nei diversi strumenti; l’identità aziendale deve essere coerente
  • misurare, sempre: solo misurando percorsi e risultati potremo dire se gli obiettivi sono stati raggiunti.
Da dove cominciare? Il punto di partenza è un buon piano di web marketing: analisi, definizione della strategia, piano operativo con le tappe, i tempi, i budget e il “chi fa cosa”. In questo ebook gli specialisti di MailUp presentano esempi di azioni integrate in cui diversi strumenti di web marketing viaggiano sincronizzati per dare ognuno il meglio, amplificando i risultati e, per l’azienda, le mete di business raggiunte.

4 premesse al tuo piano marketing

  • Hai mai ideato un piano di marketing integrato? Spesso usiamo strumenti molto raffinati senza che questi siano integrati in un’unica strategia.
  • La relazione è il patrimonio più importante per un brand e l’investimento a più alto tasso di rendimento.
  • Integrare strumenti di creazione, condivisione e distribuzione di contenuti ti permette di attivare una relazione rilevante e diretta con le persone. Fra loro ci sono prospect, futuri clienti e preziosi ambassador.
  • L’email resta lo strumento privilegiato per unire canali di comunicazione diversi e costruire relazioni solide
 

Integrare conviene: l’email come trait d’union

  • Ogni relazione tra brand e persone si fonda sulla qualità della relazione iniziata e sulla capacità di mantenerla viva attraverso il coinvolgimento.
  • L’email è lo strumento ideale per iniziare e “nutrire” questa relazione digitale. Per sua natura, è inoltre l’elemento che più di altri può unire con successo tutti i canali del tuo piano di marketing.
  • Applica a ogni attività componenti di analisi, strategia e creatività, avendo chiari gli obiettivi finali. Fai leva sulla partecipazione dei destinatari e sfrutta le potenzialità dell’email a questo scopo.
  • Una visione d’insieme parte dal branding, passa attraverso una presenza digitale costante e riceve slancio dal coinvolgimento dei destinatari. È il target, e il suo livello di engagement, a decidere il successo o l’insuccesso di ogni piano di marketing.

Search Engine Marketing: profilare attraverso le parole-chiave

  • Conoscere i destinatari – chi sono, da dove arrivano e quali interessi hanno – ti aiuta a creare contenuti ad alto potenziale di coinvolgimento. Per questo la profilazione deve precedere ogni attività di comunicazione.
  • Per chi investe tempo e risorse in search advertising la scelta delle parole per il posizionamento o per campagne pay-per-clic è fondamentale anche per la profilazione. Il traffico in arrivo dai motori di ricerca è, infatti, già intrinsecamente selezionato in base a questi termini.
  • Anche la creazione di landing page collegate alle parole-chiave permette di incrementare il volume di dati lasciati dai visitatori. In queste pagine di atterraggio la navigazione è limitata per non disperdere il traffico e i contenuti oggetto della ricerca sono offerti agli utenti al termine della compilazione di form utili per la segmentazione del database.
Vuoi leggere tutto? Scarica l'ebook completo

Compila il form per ricevere il contenuto direttamente nella tua inbox.