Vendere online con Email e SMS

Tutto quello che serve per strutturare una strategia digitale per l'e-commerce.

Scarica

E-commerce: una rivoluzione guidata dai clienti

La crescita dell’e-commerce dimostra una sola cosa con grande evidenza: la tecnologia sta trainando la più grande rivoluzione nella produzione e nella distribuzione. Se solo dieci anni fa erano i produttori a dettare le regole della produzione e della vendita, oggi sono i consumatori ad aver potere di scelta: accedono immediatamente alle informazioni e ogni loro comportamento impatta lungo tutta la catena della produzione e dell’ideazione. L’e-commerce in Europa è molto dinamico e attraversa diversi stadi di evoluzione. Se il 75% dell’utilizzo e della navigazione sugli e-commerce passa attraverso il mobile, la vendita si conclude ancora molto più facilmente sul desktop. Ma affiorano nuove soluzioni che impariamo a usare giorno per giorno. A breve gli acquisti saranno possibili con le applicazioni di messaggistica, potremo ordinare la pizza in casa con un comando vocale, pagare alla consegna con lo smartphone, ordinare la spesa semplicemente controllando cosa manca in frigo per ricevere a casa in poco tempo e pagare senza contatto con lo smartphone. Non è solo tecnica, tecnologia, ma una naturale evoluzione del rapporto umano. Sono le persone che comprano e vendono, sono le persone che scelgono, sono le loro emozioni e le loro necessità che guidano gli obiettivi. In questo mercato caotico e spesso rumoroso, le email e gli SMS saranno a lungo le colonne portanti delle attività di promozione e gestione di un e-commerce, proprio perché strettamente connessi alla natura umana delle relazioni.

Il punto di partenza per un e-commerce: l’integrazione

Nella definizione di un nuovo concetto, una metafora può essere più utile di tante parole: è il caso di ecosistema digitale, espressione ormai entrata nel lessico del digital marketing con cui, attraverso un’immagine appartenente all’ecologia, identifichiamo un ambiente in cui si svolgono interazioni, flussi e scambi, in un equilibrio dinamico in continua evoluzione. Le attività di un e-commerce partono da qui, dall’integrazione tra i diversi sistemi e applicazioni: database esterni, CRM, CMS, ERP, sistemi di Business Intelligence, piattaforme di email advertising devono saper dialogare tra loro, in una continua condivisione e  aggiornamento di dati e informazioni, per evolvere l’ecosistema in termini di conoscenze e abilità. L’integrazione tra i sistemi non fa sentire i propri benefici solo su un piano meramente gestionale, ma ha fondamentali risvolti di marketing. La sincronizzazione dei dati prepara infatti il terreno alle attività di segmentazione e profilazione di un e-commerce: significa poter convertire dati e informazioni sul destinatario in comunicazioni personalizzate e rilevanti, calibrate sulle caratteristiche di ogni singolo contatto, le sue preferenze, il suo storico di acquisto e il suo profilo di consumatore. Sono tre le possibilità per integrare e-commerce e altri sistemi esterni con la piattaforma di invio di email e SMS:
  • Libreria di integrazioni native: Stamplay, 4-Tell, Prestashop, Zapier, PieSync, WooCommerce, Magento. Sono i principali moduli dedicati al mondo e-commerce. 
  • Data Sync FTP, con cui sincronizzare dati anagrafici, di acquisto, comportamentali e statistiche di invio di ciascun cliente. Una condivisione di informazioni che avviene in modo bidirezionale: da MailUp al sistema esterno e viceversa.
  • API custom: strumenti e attività di configurazione su misura per integrare e sincronizzare qualunque sistema con la piattaforma di invio.

E-commerce e profilazione: la relazione parte dalla conoscenza

Il commercio elettronico è quella forma di vendita che dà alle persone la possibilità di acquistare qualunque cosa da qualunque luogo. Una distanza dal cliente che non si traduce però in anonimato, ma nel suo esatto contrario: per uno store online la possibilità di conoscere i propri utenti è maggiore rispetto a quella di un negozio fisico. Dai dati anagrafici raccolti in fase di registrazione (nome, indirizzo email, città di residenza, etc.) fino ai dati comportamentali registrati durante le visite sul sito, passando per lo storico d’acquisto: online, tutto è tracciabile e potenzialmente fonte di preziosa conoscenza. Una volta volta messo a punto l’ecosistema digitale, bisogna “far parlare” questi dati. Le attività di segmentazione e profilazione sono fondamentali attività per organizzare il flusso di informazioni, gestirle e incanalarle in segmenti e profili che consentano di far uscire l’utente dall’anonimato e creare una sua “carta d’identità”. Solo così potremo sapremo chi è l’utente e come si comporta in quanto individuo, andando ben al di là del più generico paradigma dato dalla buyer persona.
Vuoi leggere tutto? Scarica l'ebook completo

Compila il form per ricevere il contenuto direttamente nella tua inbox.