Le email prendono vita: animazioni e GIF

Una guida pratica per inserire GIF animate, conti alla rovescia, immagini dinamiche e video.

Scarica

Dalle immagini alle animazioni: l’upgrade dinamico dell’email

Siamo ormai tutti coscienti di quanto un elemento dinamico su un supporto digitale sia in grado di catalizzare, più e meglio di qualsiasi altra cosa, le attenzioni dell’utente. Questo non vuol dire che i contenuti interessanti viaggino solo su video, bensì che ad attrarre e affascinare l’utente è quell’elemento cinetico che porta una pagina web a dinamizzarsi, acquistando movimento in una sequenza di immagini e frame. Negli ultimi anni si è innescato un vero e proprio mutamento nella fruizione dell’utente, il quale – sempre più – predilige l’elemento dinamico. I primi canali a testimoniare questo passaggio sono stati i social: time lapse e boomerang su Instagram, live e 360 su Facebook. L’espressione testuale sta perdendo terreno, a intero vantaggio di video di taglio breve se non brevissimo. Un trend che ha contagiato tutti gli altri canali, tra cui l’email, che si presenta arricchita di elementi impensabili fino a qualche anno fa: GIF animate, conti alla rovescia, video, immagini dinamiche. L’ingresso dei contenuti dinamici nell’email integra e completa i passi  avanti fatti nel più vasto campo dell’email design, che – grazie anche a editor sempre più evoluti – offre a tutti la possibilità di mettere a punto una veste grafica professionale e d’impatto, senza dover ricorrere alla scrittura HTML. Con questo ebook ti offriamo un percorso di apprendimento tra i contenuti utili ad animare l’email: dalle GIF ai video, dai conti alla rovescia alle immagini dinamiche, ognuno accompagnato da best practice, errori da non commettere e linee guida per integrare gli elementi correttamente nell’email e ottimizzarne la visualizzazione.

GIF animate: l’asso nella manica dell’Email Marketer

In molti ancora non sanno come pronunciare correttamente GIF (chiariamolo una volta per tutte: ghif), ma sicuramente sappiamo tutti di cosa si tratta. Ecco una definizione parziale ma affidabile:  la GIF animata è un formato di immagine costituito da vari fotogrammi che riproducono una sequenza animata. Perché utilizzare le GIF animate nelle email? I vantaggi delle GIF animate sono tanti, soprattutto se paragonati alla relativa semplicità di creazione e utilizzo. Grazie al movimento che generano nel messaggio email, infatti:
  • Attirano l’attenzione e catturano l’occhio in modo più efficace rispetto a un’immagine statica
  • Di conseguenza, migliorano le performance delle email, soprattutto relativamente al tasso di clic
  • Consentono di raccontare delle vere e proprie storie che creano un legame emotivo con il fruitore
  • Stimolano la condivisione dei contenuti, aumentandone il potenziale virale.
Un ottimo esempio di campagna incentrata su una GIF animata Ma quando nasce la sigla GIF? Il formato Graphics Interchange Format, nasce nel 1987. L’idea di base è quella di definire un set predefinito di colori da includere assieme ai dati che compongono l’immagine per evitare, in fase di compressione, una perdita di qualità dell’immagine. Dal 1989 vengono aggiunte al formato due importanti novità: la trasparenza, ma soprattutto le immagini multiple che aprirono la strada alle animazioni. Da allora i creativi di tutto il mondo hanno scatenato la loro fantasia creando GIF storiche che piano piano hanno invaso il web.

Come creare una GIF animata

Le GIF animate richiedono un po’ di sforzo aggiuntivo in fase di creazione rispetto alle normali immagini statiche. Queste le possibilità:
  • Usare Photoshop per creare GIF animate 100% originali. Si tratta dell’opzione che richiede maggiori skill, ma che garantisce risultati migliori
  • Appoggiarsi a tool online come gifmaker.me, ezgif.com, makeagif.com, imgur.com, giphy.com o gifbrewery.com (ma ce ne sono tanti altri) per convertire foto e video in GIF.
  • Sfruttare le ricchissime gallery di GIF già pronte, come gli stessi giphy.com e makeagif.com. Ne risentirà l’originalità, ma ne beneficerà la facilità di utilizzo.
Le GIF animate sono un ottimo modo per dare movimento e vitalità allo storytelling di un brand, eppure tanti marketer, ancora oggi, non le utilizzano per paura che siano troppo complesse o sofisticate da gestire. Nella realtà, le GIF sono file di immagini, simili a PNG e JPEG, perciò possono essere inserite nei messaggi esattamente come tutte le altre immagini “normali”.
  • Se utilizzi l’editor drag & drop di MailUp, effettua l’upload della GIF in modo identico alle altre immagini. Guarda questo tutorial per scoprire tutti i passaggi.
  • Se lavori in HTML, inserisci la stringa di codice corrispondente, come nell’esempio sotto.
Vuoi leggere tutto? Scarica l'ebook completo

Compila il form per ricevere il contenuto direttamente nella tua inbox.