La guida all'email marketing per l'estate

Quattro consigli per campagne email efficaci anche sotto l’ombrellone.

Scarica

Elevate performance, anche nella bella stagione

Il traffico giornaliero nella casella di posta di un utente medio è di un centinaio di email, tra inviate e ricevute. Un trend interrotto dall’irrompere dell’estate.

Oltre ai clienti, anche l’email marketing va in vacanza, arrendendosi a logiche stagionali e fisiologiche, davanti all’umore vacanziero e alla fatica di un anno solare. Una verità testimoniata dai numeri dell’Osservatorio Statistico 2016 di MailUp, che ha analizzato il flusso di email inviate dalla piattaforma lungo tutto il 2015. Basta considerare i mesi estivi dell’anno, da giugno a settembre:

Guardando più da vicino il mese di agosto, ci accorgiamo di come anche la reattività dei destinatari scivoli sotto le medie annuali. Un trend discendente che coincide con l’esodo vacanziero dalle città. Come se la partenza per le ferie comportasse, per i brand, l’impossibilità a raggiungere i propri contatti. CT R CTOR OR Un assunto che poteva valere un tempo, quando il computer fisso rappresentava l’unico punto di accesso alla rete. Ma non certo oggi, in un mondo in cui la diffusione degli smartphone procede a ritmi vertiginosi: in Italia, negli ultimi due anni, la loro presenza è cresciuta dal 24% al 41% dell’intera popolazione.

Oggi le vacanze estive possono rivelarsi un’ottima occasione per fare breccia tra clienti e prospect, approfittando della bassa affluenza nelle inbox dei destinatari. Minor traffico in assoluto, maggior visibilità per le tue campagne.

Crea email impossibili da ignorare

Non basta raggiungere l’inbox, è necessario convincere il contatto ad aprire il messaggio. Un oggetto personalizzato, conciso e rilevante è la chiave per spingere l’interesse del destinatario oltre questa prima soglia.
  1. Personalizza l’oggetto Le email con il nome del destinatario nell’oggetto ottengono il 2,6% di aperture in più rispetto alle email generiche. Basta inserire un campo dinamico per dare del tu ai tuoi contatti.
  2. Sfrutta i campi dinamici Geolocalizza le offerte già nell’oggetto con i campi dinamici, e personalizzale con il nome del brand. Saranno gli A/B test a dirti quale oggetto ottiene i migliori risultati.
  3. Inserisci le “parole magiche“ Indicare “consegna gratuita” nell’oggetto porta le aperture a fare un balzo fino al 21,3% e i click rate a incrementare fino al 53%. Fonte: 2015 Adestra Subject Line Analysis Report
  4. Sii breve e conciso Non superare le dieci parole, dal momento che smartphone e tablet visualizzano solo le prime cinque o sei. Poi focalizzati su termini e concetti chiave, inseriti a inizio e fine oggetto.
  5. Aggiungi i simboli unicode Cuori, stelle, aereoplani, ombrelloni: sono i simboli unicode, più conosciuti come caratteri speciali, elementi che vale la pena sperimentare se vuoi ottenere tassi di apertura più elevati.
  6. Evita messaggi generici Numeri, cifre e statistiche migliorano le performance dell’oggetto. In generale, la precisione viene sempre premiata. Gli oggetti vaghi e generici difficilmente stuzzicano l’interesse del lettore.

Pensa in ottica mobile

È di fondamentale importanza ottimizzare le email per smartphone e tablet, così da offrire una visualizzazione agile e scorrevole anche dalla spiaggia o su una amaca.
  • Da' al carattere del testo un corpo di almeno 13 pixel
  • Adotta il design modulare in un’unica colonna, senza spalle e sezioni giustapposte
  • Crea una veste grafica leggera e gradevole dai toni estivi
  • Crea un’unica call to action, chiara e in evidenza
  • Sperimenta i video per comunicare in modo ancora più diretto

Intona la campagna alla stagione

Entra nella mente del cliente: dove è proiettata? Cavalca gli umori stagionali declinando offerte, prodotti, tono di voce, grafiche e colori delle tue campagne
  1. Lancia campagne di recall Invia frequenti reminder sui saldi di stagione, aggiungendo coupon speciali e offerte riservate per acquisti da mobile. Anche se in vacanza, i tuoi clienti hanno sempre un occhio puntato sulle opportunità di fine stagione.
  2. Comunica la voglia di estate Opta per i più classici elementi che si intonano al mood vacanziero di agosto: ombrelloni, costumi da bagno, picnic, toni freschi e solari. Così anche nel copy, grazie a una scrittura leggera e vivace.
  3. Pianifica il ritorno in città Agosto è un mese proiettato a settembre, al via della nuova stagione. Meglio accordare le offerte a grafiche dai toni sottilmente autunnali, magari con immagini di interni e riferimenti alla quotidianità in città. Ma senza esagerare, per non risultare fuori stagione.
Vuoi leggere tutto? Scarica l'ebook completo

Compila il form per ricevere il contenuto direttamente nella tua inbox.